Tutto il materiale presente su questo sito e sulle pagine ad esso associate è protetto da copyright. Qualsiasi tipo di violazione della proprietà industriale ed intellettuale verrà perseguito a norma di legge. Tutti i diritti sono riservati.

© Sara Spolverini  2013-2020   |   all right reserved

Toscana

al 100%

P.iva 01937940490
info@amoremiobag.com
+39 331 5869547

Giornata della Felicità

20/03/2020

Il 20 marzo si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale della felicità 🎈

 

Tra l'altro quest'anno coincide anche con il primo giorno di primavera.

 

Istituita il 28 giugno 2012 dall'Assemblea generale dell’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) stabilisce che:

 

 

 

«L'Assemblea generale [...] consapevole di come la ricerca della felicità sia uno scopo fondamentale dell'umanità, [...] riconoscendo inoltre la necessità di un approccio più inclusivo, equo ed equilibrato alla crescita economica che promuova lo sviluppo sostenibile, l'eradicazione della povertà, la felicità e il benessere di tutte le persone, decide di proclamare il 20 marzo la Giornata Internazionale della Felicità, invita tutti gli stati membri, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite, e altri organismi internazionali e regionali, così come la società civile, incluse le organizzazioni non governative e i singoli individui, a celebrare la ricorrenza della Giornata Internazionale della Felicità in maniera appropriata, anche attraverso attività educative di crescita della consapevolezza pubblica [...]»

 

(Assemblea generale delle Nazioni Unite, Risoluzione A/RES/66/281)

 

 

 

 

Perché il 20 marzo

 

A scegliere la data del 20 marzo è stato il consigliere speciale dell’Onu Jayme Illien.

 

Jayme Illien era un orfano salvato dalle Missionarie della carità di Madre Teresa dalle strade di Calcutta. Fu in seguito adottato dall’americana Anna Belle Illien che in seguito fondò la Illien Adoptions International un’agenzia no profit di Atlanta che si occupa di adozioni internazionali.

 

 

I Paesi più felici al mondo

 

Il World Happiness Report (Rapporto Mondiale sulla Felicità) dell’ONU misura il livello di felicità degli abitanti di ben 156 Paesi. Tra i parametri presi in esame ci sono reddito, istruzione, salute, livello di libertà, tasso di criminalità, rispetto e onestà tra i cittadini. Dall'unione di questi fattori viene dato un punteggio che va da 0 a 10.

 

In base a quanto emerge dai risultati la Finlandia si conferma il Paese più felice al mondo anche per il 2020.

 

Pane il mio labradoro 😃 ha origini finlandesi sarà per questo che è sempre così allegro e felice? 

 

 

 

 

 

Un aspetto curioso che fa riflettere è la mancata connessione tra ricchezza e felicità. In altre parole per essere felici non è necessario essere ricchi ma al contrario è sufficiente avere ciò che ci serve per vivere.

 

Basta seguire l’esempio dei nostri soffici amici, se ci pensiamo a loro basta poco per essere felici:  pappa, nanna, gioco e amore 💕

 

 

Inoltre in Finlandia si festeggia il fallimento. Incredibile ma vero il 13 di ottobre si festeggia il Day for Failure: inaugurato nel 2010 ha lo scopo di promuovere gli errori come motivo di insegnamento utile per avere un futuro migliore. D’altra parte si sa nessuno è perfetto e tutti facciamo errori, l’unica cosa che possiamo fare è imparare da essi, crescere e migliorare.

 

 

Infine lo sapevate che le mamme finlandesi lasciano i propri figli a giocare nel fango?

I bambini infatti di solito indossano delle tutine integrali chiamate “kuravaatteet” ovvero vestiti per il fango. Le uniche restrizioni sono pioggia intensa o temperature sotto i -20 gradi 😖

 

 

E voi cosa fate di solito con i vostri amati pelosoni li lasciate liberi di rotolare per terra sul prato o sulla spiaggia?

 

 

 

 

Ecco alcuni video di Pane e Vino i miei due dolcissimi e simpaticissimi labradori che si rotolano liberi e felici

 

www.facebook.com/amoremiobag/

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza